MIND LAB

Rieccomi qua,

nella mia scuola, a partire da quest’anno, parte il progetto “MIND-LAB” che ha lo scopo di stimolare gli alunni, ma non solo loro, a ricercare stategie e a crearne di nuove, per risolvere piccoli problemi di gioco. Tale “elasticità mentale” fornirà strumenti validi per la loro vita!

In altre parole – il Metodo Mind Lab stimola l’apprendimento e simula la vita reale.

“Non con la forza impareranno i bambini, ma attraverso il gioco”

Il filosofo John Dewey sostiene che il bambino deve essere posto al centro del processo di apprendimento, e deve poter imparare dall’esperienza e non solo dalle risorse teoriche e accademiche. Egli considerava i giochi come un ottimo strumento educativo per raggiungere questo obiettivo e dello stesso parere sono autori come Reuven Feuerstein, Howard Gardner, David Perkins e Robert Sternberg. Tutti loro tengono conto anche della “diversità” dei nostri alunni, dei loro diversi stili d’apprendimento e delle differenti modalità d’affrontare il compito e le “situazioni” problematiche (questa teoria e questo metodo si rifanno molto alla modalità del PROBLEM SOLVING).

Gli obiettivi principali del progetto sono:

  • Sviluppo della consapevolezza – La consapevolezza dei processi di pensiero é essenziale per lo sviluppo personale in ogni ambito della vita. (Il Metodo Mind Lab sviluppa il pensiero riflessivo e consente agli studenti di essere coscienti dei propri processi di pensiero)
  • Sviluppo delle Abilitá di Pensiero – Nel nostro tempo ricco di informazioni, una sempre maggiore enfasi viene data alle abilitá di pensiero fondamentali.
  • Rafforzare le abilitá di vita – Il gioco é uno straordinario simulatore di processi emotivi e sociali.
  • Trasferimento interdisciplinare – L’applicazione di contenuti e abilitá imparate in un contesto ad un altro, é considerata da molti ricercatori come una delle piú importanti abilitá di apprendimento.

Purtroppo, nonostante il grande lavoro che noi insegnanti facciamo per far capire agli alunni che il sapere è UNICO e non “spezzettato” in materie, spesso questo è un concetto POCO comprensibile ma, con questa modalità di lavoro, credo che gli alunni arriveranno ad avere una maggiore consapevolezza di se stessi e quindi, quasi senza rendersene conto, il loro sapere verrà fatto tutto confluire verso un unico obiettivo: La risoluzione di un problema con tutti gli strumenti, le strumentalità e le conoscenze a sua disposizione e a disposizione dei suoi compagni o del gruppo.

A mio avviso, la parte più complessa del metodo è proprio  quella del “TRASFERIRE” le conoscenze e abilità “acquisite”anche nel contesto di vita reale. Il mediatore e gli studenti devono esaminare il modello di gioco e discutere su come il modello si ripeta anche in situazioni di quotidianeità.

Ho trovato un video esplicativo ben fatto sul metodo e sulla sua applicazione in america:

Il metodo è SENZA OMBRA DI DUBBIO affascinante, molto coinvolgente e ricco di stimoli, vi terrò aggiornate sui prossimi nuovi sviluppi!

Qualcuno di voi lo utilizza già nelle proprie scuole o sa darmi un parere personale?

2 pensieri su “MIND LAB

  1. Ciao, sono una insegnante di scuola primaria, sto cominciando ora ad interessarmi a Mind Lab. Com’è andata l’esperienza nella tua scuola? Mi interessa perché vorrei proporre il progetto alle mie colleghe e in particolare alla mia futura prima, l’anno prossimo.

    • Ciao Anna, da noi l’esperienza è stata veramente molto bella e i bambini erano tutti coinvolti, comprese le famiglie, tant’è vero che anche quest’anno stiamo DISPERATAMENTE cercando fondi per poter continuare con il progetto. Te lo consiglio vivamente, un anno solo non basta! La formazione costa molto per la scuola ma è un ottimo investimento, ne vale veramente la pena! Posso però dirti che noi abbiamo fatto partire il progetto Main Lab dalla classe seconda, non abbiamo coinvolto le prime quindi non saprei dirti se è adatto per quella fascia d’età ma comunque i “giochi” utilizzati dal metodo sono “tarati” sui nostri alunni. Fammi sapere se parte anche da voi e come procede!!! CIAO

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...