La professionalità insegnante

Al giorno d’oggi le professioni sono sempre più qualificanti e nel mondo del lavoro si ricercano persone specializzate ma nel mondo della scuola PURTROPPO non è ancora così.

Le aspettative sociali nei confronti della professione docente oggi risultano molto alte, a fronte di una bassa considerazione della professionalità degli insegnanti.

Agli insegnanti sono richieste:

  • competenze educative, sottolineate anche da specifici progetti del Miur (le cosiddette “educazioni”)
  • competenze organizzative, particolarmente evidenziate dalla cultura dell’autonomia,
  • competenze progettuali, derivanti dalla capacità propria di ogni insegnante di operare in modo organizzato e consolidate da decenni di sperimentazioni sul campo,
  • competenze valutative, sul versante educativo, docimologico e di sistema,
  • competenze relazionali, sempre più necessarie a fronte delle nuove esigenze sia delle giovani generazioni sia della comunità scolastica e del contesto in cui opera,
  • competenze comunicative, sul piano verbale, non verbale, iconico e multimediale.

Tutto ciò è RICHIESTO ma non sempre la FORMAZIONE della classe docente è ADEGUATA!

Perdonatemi le CRITICHE ma credo che siano NECESSARIE a questo punto. Sono nel mondo della scuola da ormai 10 anni ed ho visto veramente DI TUTTO.

  • Insegnanti INCAPACI di trasmettere le proprie competenze
  • Insegnanti che insegnano materie in cui non si ritengono già loro competenti
  • insegnanti resi tali dal solo MAGISTRALE ( a volte frequentato malamente)
  • insegnanti incapaci di scrivere loro stessi un testo in modo corretto e senza errori
  • Insegnanti che non sono nemmeno in grado di parlare in modo corretto
  • Insegnanti che non sono in grado di relazionarsi con i bambini.
  • Insegnanti che “mettono” i loro “problemi” personali nella scuola.

Ma noi…gli INSEGNANTI cosa possiamo fare anche se vediamo tutto questo?

E i dirigenti cosa possono fare?

Le cose DEVONO cambiare ma dall’alto perchè se la scuola italiana è vista poco bene e in modo poco professionale è per questi motivi. E anche insegnanti VALIDI e PROFESSIONALMENTE preparati (e per fortuna ce ne sono!) finiscono nel calderone degli insegnanti statali, che non fanno nulla, sfaticati, senza voglia di lavorare ed incapaci.

NON E’ GIUSTO E NON E’ CORRETTO!!!

Sul piano della collocazione sociale le attese nei confronti della scuola in genere e degli insegnanti in particolare sono elevatissime: sia sul piano culturale, che su quello educativo, quasi che la scuola potesse farsi carico di tutte le contraddizioni che la nostra società non riesce a risolvere. Dall’altro lato il basso livello retributivo, la scarsa – o nulla – possibilità di vedere uno sviluppo professionale riconosciuto, contribuiscono a configurare il quadro di una professionalità non adeguatamente valorizzata rispetto alle elevate aspettative sociali.

Pensate che anch’io sia la solita insegnante che si lamenta? NO!

Ho anche delle proposte che secondo me andrebbero ascoltate:

  • Maggiori controlli nelle scuole da parte dei dirigenti e degli “ispettori”
  • Una migliore “gestione e controllo” dell’anno di prova (spesso gli insegnanti “producono” una misera tesina di 1/2 pagine senza alcun riferimento teorico o contenuto professionale)
  • FORMAZIONE CONTINUA sostenuta interamente o in parte dalla scuola
  • Dare la possibilità agli insegnanti di insegnare in base anche alle proprie competenze e “predisposizioni”
  • Favorire un supporto psicologico nella scuola
  • Non sarebbe male neanche incentivare chi è più qualificato in modo adeguato.

So che avrò MOLTE persone contro di me ma insomma, scusatemi se lo dico…

...QUESTO E’ IL MIO BLOG E POSSO ALMENO QUI PERMETTERMI DI DIRE E SCRIVERE QUELLO CHE VOGLIO!!!

 

 

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...