…e alla fine…

Cari amici,

è già volato via un altro anno scolastico in una nuova realtà, TORINO!

Non è stato semplice inserirsi nel nuovo contesto, capire come muoversi evitando di fare troppi errori ma cambiava tutto rispetto a Padova, anche i nomi delle riunioni. Ci sono le CC, gli INTERCLESSE, i PLESSI E I dipartimenti e i COLLEGI ma in realtà erano diversi da quelli a cui io ero abituata. Per  CC si intende la normale programmazione, i plessi vedeva tutti i plessi radunati insieme e non ogni plesso nella propria sede e poi gli interclasse erano incontri di tutti gli insegnanti di tutte le materia di classi parallele e i dipartimenti erano una novità di quest’anno.

INIZIALMENTE ERO NELLA TOTALE CONFUSIONE!!!

Mi ci è voluto un pò ma sono riuscita a capirci qualcosa e a muovermi anche in questa nuova realtà. Abbiamo iniziato ad impostare il curricolo d’istituto, le programmazioni anche di informatica (questa sconosciuta!) e abbiamo messo le basi per iniziare ad utilizzare il registro elettronico. C’è stato molto da fare e molto si dovrà fare nei prossimi anni. Sono stata FUNZIONE STRUMENTALE nell’area informatica e ha dato una mano per quanto potevo ed ho anche imparato molto. Ogni realtà ti porta sempre a metterti in discussione, metterti alla prova, valutarti e vedere quali siano i tuoi punti di forza e di debolezza e so perfettamente che il carattere deve ancora ben formarsi per essere più diretto e chiaro.

14883302-allegro-bambino-seduto-al-tavolo-e-dorme-sul-concetto-di-scuola-libroPurtroppo ho anche, a fine anno, dovuto fare i conti con una grande sconfitta, Un mio alunno si è RITIRATO e il prossimo anno andrà in un’altra scuola. So bene che può capitare ma ogni insegnante dovrebbe chiedersi PERCHE’? Cosa ho sbagliato? Cosa non ho saputo dare o fare per quel bambino? Da insegnante di sostegno ero sempre a fornire aiuto e ad affiancare il mio alunno in particolare ma ho cercato, per quanto possibile, di aiutare anche lui, un alunno “DSA” relegato dalle colleghe di classe nelle ultime file…e già questo dice molto! Come si può decidere di abbandonare un alunno, di gettare la spugna e smettere di lottare con e per lui. Ho sentito cose veramente assurde da persone che dovrebbere essere maestre e quasi sempre la colpa è delle famiglie e del bambino che non si impegna…mai di loro! E’ stato un duro colpo…io avrei comunque potuto fare di più. Entravo in quella classe solo 6 ore e ho cercato di fornire anche  lui strumenti utili per lo studio, facilitatori, tabelle, mappe ma era abbandonato dalle colleghe o cmq non opportunamente seguito. La Direzione sapeva ed ha cercato di sollecitare le insegnanti ma anche in qunto Dirigenti purtroppo si hanno le mani legate davanti a certe situazioni e questo mi dispiace molto perchè nel nostro lavoro non abbiamo a che fare con fogli, documenti, pc ma con i bambini e quello che noi diciamo loro li forma e li trasforma rendendoli più forti o più deboli!

Essere INSEGNANTE DI SOSTEGNO ti porta ad essere in classe ma a volte anche a non essere considerata collega di classe ma solo la maestra di quel bambino lì, ma ci obbliga ad essere presenti e a non poter parlare davanti ai bambini andando contro quanto dice la collega perchè non si fa ma non per questo non lo si deve poi rimandare alle colleghe quando si è da soli con loro. Io non sano riuscita a farlo, non è ancora nel mio carattere ma so che sbaglio, che non dovrebbe essere così, che devo migliorarmi! In ogni caso…

…CHIEDO A TUTTA LA CATEGORIA DI NON FARE SILENZIO QUANDO SI VEDENO DELLE COSE CHE NON  VANNO BENE, BISOGNA COMUNICARLO ALLA DIRIGENTE E QUESTO NON E’ FARE LA SPIA MA ESSERE UN’INSEGNANTE RESPONSABILE E CONSAPEVOLE DEL PROPRIO RUOLO FORMATIVO!

Prima di tutto vengono loro, i nostri piccoli uomoni, poi tutto il resto!

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...